Alfa Romeo Giulia GTC

Touring Superleggera a Retromobile

Touring Superleggera a Retromobile. Appuntamento internazionale per gli appassionati di auto d’epoca, Rétromobile è per Touring Superleggera occasione imperdibile di incontro e confronto con il grande pubblico, per fare un bilancio dell’anno appena concluso e accennare ai progetti futuri. A Parigi, dall’8 al 12 febbraio, il dipartimento Classic di Touring Superleggera introduce due restauri: Alfa Romeo Giulia GTC del 1965, un progetto appena avviato, è presentata all’inizio del progetto, completamente smontata e sverniciata, mentre l’elegante Ferrari 330 GTC del 1968, è il risultato dell’attento e preciso lavoro dell’Atelier in termini di analisi fotografica e documentale, di ricerca, lavorazione e utilizzo di materiali pregiati coniugati all’infinita cura nei dettagli. Il dipartimento Classic di Touring Superleggera conferma, ancora una volta, le sue qualità nel riportare in condizioni paragonabili al nuovo vetture di ogni tipo e marchio, spesso di particolare pregio. La possibilità di accedere ad archivi unici, la cura dedicata alla ricerca storica, il supporto delle più moderne tecniche digitali e la forte competenza nelle lavorazioni artigianali sono i punti di forza dei progetti di restauro firmati Touring Superleggera.

1965 Alfa Romeo Giulia GTC
Spogliata da vernice, interni e motore, la carrozzeria di Alfa Romeo Giulia GTC si presenta a nudo con le linee spigolose e accattivanti tipiche del periodo. Questo esemplare di Alfa Romeo Giulia GTC del 1965, con telaio n. 760025, è una delle rare versioni con guida a destra tra gli esemplari commissionati da Alfa Romeo per trasformare in convertibile uno dei modelli di maggior successo della Casa. In seguito allo smontaggio completo dell’auto, la conseguente catalogazione di tutti i componenti e la sverniciatura della carrozzeria ad acqua pressurizzata, le lavorazioni successive richiederanno ulteriori sei / sette mesi. L’obiettivo dell’intervento è quello di preservare il più possibile tutti i particolari dell’epoca, senza sostituire i pezzi originali, in un’ottica di conservazione, volta al ripristino anche dei lamierati danneggiati. Lo scopo finale è di restituire alla vettura la bellezza ed eleganza essenziale del suo tempo. L’ultima tappa riguarderà il restauro degli interni con la conservazione dei materiali originali in finta pelle e la sostituzione delle imbottiture. Necessaria poi la sostituzione della capote, scegliendo un tessuto coerente con l’epoca della vettura. La genesi della GTC (Gran Turismo Cabriolet) risale al 1964, quando Bertone presentò una cabriolet quattro posti su base “Sprint GT”. La mano era quella di Giorgetto Giugiaro, che aveva già firmato la coupé. Il prototipo rimase esemplare unico, ma ispirò la Giulia GTC, presentata da Alfa Romeo al Salone di Ginevra del 1965. A Touring Superleggera, che aveva appena aperto un nuovo grande stabilimento, venne affidata la produzione, che nel biennio 1965-1966 raggiunse 610 unità; la targhetta fissata al parafango anteriore reca la dicitura “elaborazione Touring Superleggera” e non il classico marchio alato. La carrozzeria milanese migliorò anche il telaio, rinforzato per compensare la mancanza del tetto e alleggerito in altre aree, tanto che la versione cabriolet riportava lo stesso peso della coupé. Alfa Romeo Giulia GTC non ebbe una grande accoglienza di pubblico, sia per il prezzo elevato (2.395.000 lire contro 1.810.000 lire della più economica Giulietta Spider) che per il lancio, nel 1966, della nuova Alfa Romeo Spider “Duetto”.

1968 Ferrari 330 GTC
Il dipartimento Classic di Touring Superleggera presenta un inedito restauro completo: Ferrari 330 GTC del 1968 con telaio n. 11283. L’attività di restauro ha riportato la vettura al colore originale Grigio Argento, che ne esalta la purezza del disegno e la sobria, intemporale eleganza. La vettura è stata smontata in ogni sua parte e sottoposta ad una meticolosa revisione di meccanica e carrozzeria nell’intento di ripristinare tutti i dettagli interni ed esterni: dalla strumentazione all’autoradio originale, i fregi, le cinghie ferma bagagli, la fanaleria posteriore completa. A questo si aggiunge la revisione completa dei cinque cerchi originali Borrani RW3874 6,5×14”. Per il restauro degli interni si è proceduto con il rifacimento in configurazione originale combinando vinile e pelle nera Franzi NR2, rigorosamente riprodotta con lucentezza e grana dell’epoca. In molti ritengono che Ferrari 330 GTC sia tra le più eleganti berlinette due posti disegnate da Pininfarina sulla meccanica di Maranello. S’inseriva tra la sportivissima 275 GTB Berlinetta, di cui condivideva il telaio, e la più tranquilla 330 2+2 coupé, dalla quale ereditò il propulsore V12 da quattro litri. Presentata al Salone di Ginevra del 1966, raccolse subito vasti consensi e rimase in produzione fino alla fine del 1968. Ne furono realizzati circa 600 esemplari. Con la sua linea armoniosa, leggera ed elegante, il perfetto connubio di potenza e guidabilità, coppia abbondante, comandi leggeri, ampia possibilità di trasporto bagagli, ottima visibilità e una formidabile colonna sonora garantita dal V12, la 330 GTC è una delle vetture più desiderabili e desiderate del periodo. Il proprietario ha voluto affidare questo esemplare al Dipartimento Classic di Touring Superleggera per la reputazione guadagnata nel restauro di vetture di eccezionale valore, avendo cura di rispettarne la configurazione e le caratteristiche originali.

Le vetture restaurate nella manifattura Touring godono di una speciale certificazione che garantisce un restauro non solo a regola d’arte, ma eseguito secondo dettami e tecniche del tempo in cui la vettura è stata costruita. Accurata ricerca storica, parti di ricambio originali o realizzate ad hoc su progetto e disegno del tempo, metodi di costruzione e verniciatura originali o perfettamente compatibili, nel rispetto delle normative moderne. Un documento che aggiunge ulteriore valore alle inestimabili vetture affidate a Touring per il restauro.




   

   

© 2015 Retrovisore

EDITORIALE C. & C. S.r.l.

P.IVA/C.F. 04154780961

Sede Legale: via Molise, 3, Locate di Triulzi, MI - Italy

Capitale Sociale: 220.000 i.v.

REA: MI - 1729486

Servizio Clienti: clientiweb@editorialecec.com

Tel Servizio Clienti: +39 0415321301

TEL: +39 02 9048111

Fax: +39 02 90481120